From DVD to xvid-mp3 with DVD:RIP

Fra i tanti settori che il sottoscritto segue nel mondo dell’informatica c’è quello della codifica video, quindi non poteva mancare un HowTo che trattasse queste tematiche.

Questa volta parliamo di DVD:RIP, noto programma per la codifica su sistemi linux.

Ma prima di iniziare con la guida vera e propria…

Discaimer: Ricordo che è vietata la copia di DVD (o altro materiale) protetti da diritti d’autore evadendone le protezioni. Questa guida è rivolta a chi volesse fare il backup dei propri DVD non protetti. Non mi ritengo responsabile per nessuna violazione a leggi sui diritti d’autore effettuate utilizzando le informazioni fornite in seguito.

Installazione

DVD:RIP è un front-end scritto in perl per transcode ed offre tutte le funzioni che si possono chiedere ad un programma del genere. Una installazione completa di DVD:RIP richiede l’installazione di parecchi pacchetti, necessari per poter usufruire di alcune funzionalità accessorie come ad esempio la configurazione del codec xvid, la gestione dei sottotitoli ed altro. Fortunatamente con apt questo primo step è di facile realizzazione, segue il comando da digitare per installare tutto il necessario con una Ubuntu (quella utilizzata era una 7.10)…

paolomargara@mrcrow:~$ sudo apt-get install dvdrip  mjpegtools rar libintl-xs-perl xvid4conf \
> subtitleripper dvdrip-doc libio-socket-ssl-perl pvm transcode-doc libjpeg-progs netpbm transfig \
> gocr-doc sox toolame mpeg2dec xfig xfig-libs xfig-doc gsfonts-x11 spell liba52-0.7.4-dev xine-ui

Una volta eseguito il precedente comando vi troverete la shortcut a DVD:RIP nel menù Applicazioni -> Audio e Video.

Solo una nota a riguardo: la versione di rar presente nei repository di Ubuntu è di una versione superiore a quella massima supportata, ciò a meno che siate particolarmente sfortunati non comporta alcun tipo di malfunzionamento anche perchè rar è necessario se volete utilizzare i sottotitoli compressi con vobsub, se questa funzionalità non vi interessa di questo piccolo dettaglio ve ne potete anche scordare.

Codifica

Tab “Immagazzinamento”

tab-immagazzinamento

Fase 0 - Salvataggio delle informazioni necessarie

In questa schermata vi viene richiesto di inserire il nome del progetto (cosa che comunque viene fatta in automatico) e di selezionare il device che rappresenta l’unità ottica in cui avete inserito il vostro DVD oppure il percorso all’interno del file system in cui avete copiato i file o montato una iso.

Una volta verificato che l’indicatore sulla barra di stato rilevi almeno una decina di giga liberi sul disco selezionate “Copia i dati dal DVD al disco rigido prima di incominciare”, vi raccomando di usare questa modalità in quanto in questo modo potrete disporre di una maggior velocità di codifica e di tutte le feature a disposizione.

Una volta eseguiti questi pochi step passate al tab successivo…

tab-estrai-titolo

Fase 1 - Estrazione del titolo di interesse

Tab “ESTRAI Titolo”

Prima cosa da fare: clickkare su “Leggi la TOC del DVD”, in questo modo vengono listati tutti i capitoli del DVD, DVD:RIP seleziona in automatico il capitolo di durata maggiore visto che ci sono le maggiori probabilità che questo sia il film vero e proprio, nel 99,9% dei casi è così comunque sta a voi verificare che la durata del capitolo selezionato automaticamente coincida con quella del film in questione. Potete comunque verificare di aver selezionato il capitolo appropriato cliccando su “Vedi i titoli/capitoli selezionati”.

Ora non resta che selezionare la traccia audio corrispondente alla lingua che volete codificare e, se la tipologia di film lo richiede, i sottotitoli che volete in qualche modo codificare.

Breve parentesi sui sottotitoli, seppur sia vero che è possibile selezionare il sottotitolo d’interesse successivamente secondo me è meglio farlo in questo fase per una serie di motivi: il primo è che a questo punto sapete già se i sottotitoli vi servono o no ed il secondo è che comunque quest’operazione un pò di tempo lo richiede quindi personalmente preferisco un’unica pausa di intermezzo piuttosto che più pause brevi.

Quindi selezionare in “Cattura le immagini dei sottotitoli” l’opzione “Per linguaggio” e selezionare fra i linguaggi disponibili quello corrispondente alla lingua d’interesse.

Una volta completate le precedenti operazioni clickkare su “ESTRAI i titoli/capitoli selezionati” per dare il via all’operazione vera e propria, con un PC di media potenza quest’operazione non richiede più di 4 minuti.

Tab “Clip & Zoom”

Fase 2 - Cropping e scelta dello zoom

Fase 2 - Cropping e scelta dello zoom

Questo tab è senza dubbio il più criptico, se si seleziona una delle impostazioni predefinite (cosa stra-consigliata) null’altro c’è da fare se non clickkare su “Applica i valori predefiniti”, se per caso pensate di essere più in gamba del programma e volete fare il tutto a mano (auguri) sarebbe necessario un lungo sproloquio su risoluzioni, aspect ratio e sul significato che ha il valore del rapporto fisico, francamente credo che interessino maggiormente altri aspetti a chi si avvicina a questo programma per la prima volta quindi su questo soprassiederò, se vi interessa chiedete pure aggiungerò queste informazioni.

Visto che abbiamo optato per utilizzare uno dei preset selezioniamo “Autoaggiusta, Dimensione fotogramma grande, Ridimensionamento Alta Qualità”, poi clickkiamo su “Applica i valori predefiniti” e passiamo al tab successivo.

Una precisazione: probabilmente se avessi scritto questa guida anni fa avrei detto che codificare ad una risoluzione orizzontale di 752 era inutile, perchè sullo schermo di una TV o di un PC (anni fa praticamente non si andava oltre 1280×1024) non si sarebbe potuto apprezzare una risoluzione così elevata. Peccato che negli ultimi anni c’è stato un vero e proprio boom di schermi ad alta risoluzione fino ad arrivare agli schermi fullHD odierni. Se oggi uno schermo HDready può già apparire sorpassato (infondo si parla di una risoluzione di minimo 1280×720) altrettanto non si può dire per quella che è la risoluzione dei media, il blue-ray rappresenta ancora il futuro ed il presente è ancora rappresentato dal DVD che infondo ha una risoluzione di “solo” 720×576, va da se che quindi ormai non ha più senso codificare a risoluzioni orizzontali inferiori di 720 e che quindi i preset con “Dimensione fotogramma grande” sono da preferire.

Fase 3  - Impostazioni di codifica dei sottotitoli

Fase 3 - Impostazioni di codifica dei sottotitoli

Tab “Sottotitoli”

Passiamo al tab sottotitoli, mediamente non servono tuttavia in alcuni filmati possono rendersi necessari (come in quello scelto da esempio), qua le strade percorribili sono due: renderizzare i sottotitoli sui fotogrammi del filmato oppure creare un file vobsub, personalmente preferisco renderizzare i sottotitoli sui fotogrammi anche perchè se i sottotitoli servono…servono…punto, metterli in un file separato secondo me complica solo le cose.

Una volta selezionato il sottotitolo scelto nel menù “Selezione dei sottotitoli” spuntate la voce “per la codifica” nel menù “Attiva questo sottotitolo”, lasciate selezionato “Antialiasing” e deselezionato “Postproduzione”.

Ora si rende necessario impostare un valore per “Spostamento verticale”, visto che i sottotitoli vengo renderizzati prima delle fasi di cropping e di applicazione dello zoom si rende necessario inserire questo valore di offset, altrimenti quando si andranno ad eliminare le bande nere si elimineranno anche i sottotitoli. Applicarli in post-produzione non è una buona idea perchè essendo già stato eseguito lo zoom il rischio è di trovarsi del testo di dimensione o troppo grande o troppo piccola rispetto alla risoluzione di destinazione.

La correttezza del valore inserito, valutato ad occhio in base a quella che può essere l’altezza delle bande nere, è da verificare quando guarderemo la preview dal tab successivo.

Tab “Codifica”

Fase 4 - Impostazione per la codifica

Fase 4 - Impostazione per la codifica

Nel riquadro “Opzioni del contenitore” selezionate come container “AVI”. Passate ora al riquadro “Opzioni video”, fra le opzioni per “Codec video” selezionare “xvid4” (della configurazione del codec parliamo successivamente) e clickkate su “Codifica a due passate – Sì”, per il resto assicuratevi di avere come framerate video 25 e di avere selezionato “Non deinterlacciare”.

Passiamo al riquadro successivo, “Calcolo del bitrate video”, qui dovete inserire la dimensione obbiettivo per il file della codifica, oggi come oggi considerando che lo spazio su disco non è un problema consiglio di selezionare 1400 MB oppure leggermente meno in modo da riuscire a far stare 4 film su di un DVD, tenete in considerazione che avendo scelto una risoluzione abbastanza elevata è meglio scegliere bit rate superiori a 1200Kb/s.

Passiamo alle “opzioni audio”, selezionare la traccia audio d’interesse e passate al tab “MP3”, selezionate “192” (valore che oggi come oggi garantisce un buon compromesso fra qualità e spazio occupato) come bitrate e 48000 come samplerate, come livello di qualità selezionate “0 – best but slower”. Come filtri “Niente, riscala solo il volume”, a questo punto dovreste già avere il valore corretto di aggiustamento del volume, comunque per precauzione clickkate su “Analizza il valore”.

Passiamo ora all’ultimo riquadro, quello delle “Opzioni generali”, vi consiglio di mettere a 0 il livello nice del processo, in questo modo si aumenta la priorità del processo nello scheduler aumentando la velocità di codifica, se per caso preferite renderizzare solo una parte del film, ad esempio per fare una prova, inserite i valori di start e di end in “Intervallo fotogrammi”, nel caso desideriate eseguire un programma esterno a fine codifica inserite il comando desiderato nel campo testo “Successivamente esegui”, infine se per caso desiderate spegnere il PC ad operazione conclusa potete spuntare la checkbox “ed esci”.

E’ giunto il momento di parlare delle opzioni del codec, tornate al riquadro “Opzioni video” e clickkate su “Configura” per accedere al pannello di configurazione del codec video…

Fase 5 - Impostazioni del codec video

Fase 5 - Impostazioni del codec video

Impostazioni del codec Xvid

Xvid è a mio parere uno dei migliori codec disponibili al momento, sia per qualità che per configurabilità (oltretutto è opensource), dalla versione 1.0 sono supportate le xvid-4-api (per questo si seleziona xvid4), clickkando su “configura” avete appena avviato xvid4config, programma grafico molto utile per configurare le impostazioni del codec in questione.

Procediamo con ordine, nel riquadro “General Settings” selezionate:

  • In “Quant Type” se il target bit rate è superiore a 1000kb/s selezionare “mpeg” altrimenti “h263”;
  • In “Motion” selezionare “6 – Ultra High”;
  • In “VHQ” sezionare “4 – Wide Search”.

Sotto spuntate le checkbox:

  • “Chroma ME”;
  • “HigQ AC”;
  • “Trellis Quantizer”;
  • “Turbo Mode”;
  • “Cartoon Mode” solo se state codificando questa tipologia di filmato.

Nel riquadro “Advanced Simple Profile Specific Settings” verificate di aver selezionato la checkbox “Closed Gop” e deselezionato tutte le altre, lasciare le altre opzioni al valore di default.

Negli altri tab lasciate le impostazioni di default, passate al tab “Save/Load” e clickkate su save.

Start encoding

Fase 6 - Visualizzazione anteprima

Fase 6 - Visualizzazione anteprima

Fase 7 - Avvio della codifica

Fase 7 - Avvio della codifica

Probabilmente prima di avviare la lunga operazione di conversione vorrete vedere un’anteprima del lavoro compiuto fino ad ora (ad esempio se avete deciso di renderizzare i sottotitoli ed avete inserito un offset ad occhio vorrete essere sicuri che quel valore sia corretto), per farlo andate nel riquadro “Opzioni video” nel tab “Codifica” e clickkate su “Configura filtri & anteprima”. Nella finestra che si apre nel riquadro “Controllo anteprima” clickkate su play, a questo punto dovrebbe aprirsi una finestra che vi mostra quello che sarà il vostro futuro filmato, se per caso vi interessa un determinato range di fotogrammi inserite l’intervallo di valori nel riquadro “Impostazioni anteprima”.

Una volta verificato con l’anteprima lo correttezza di tutte le impostazioni inserite tornate al tab “Codifica”, andate nel riquadro “Operazioni” e clickkate su “Codifica”, in questo modo avete appena dato il via all’operazione di codifica, la barra di stato mostra l’avanzamento dell’operazione se però volete maggiori dettagli clickkate sul bottone con la lente d’ingrandimento per visualizzare una finestra con queste informazioni.

Congratulazioni avete appena effettuato la vostra prima codifica con DVD:RIP !!!

NOTA: per ulteriori approfondimenti vi invito a dare un’occhiata alla documentazione del programma all’URL file:///usr/share/doc/dvdrip-doc/html/index.html

Be Sociable, Share!

    Related post:

    6 Comments

    1. Matteo says:

      Scusa… trovo la tua guida molto utile.
      Sono arrivato alla parte in cui dovrei configurare XVID4… se clicco su configura non parte nulla… quindi non ho probabilmente installato XVID4CONFIG.
      Come lo installo?
      Uso Ubuntu 9.10.
      Grazie.

    2. MRG says:

      Ciao,
      per installare xvid4config basta semplicemente digitare: sudo apt-get install xvid4conf 🙂

      • Matteo says:

        Grazie. Sono riuscito ad installarlo.
        Ma ora mi da un altro errore.
        Dunque… mi dice che non trova xvid4cfg perché lo cerca in /home/esone/.trasncode/xvid4.cfg
        Invece, facendo una ricerca, il file si trova in /usr/lib/transcode.
        Che fo?

    3. Matteo says:

      Torno a romperti le scatole. Ho provato a rippare un DVD con i sottotitoli impressi e non a file separato. Però me li piazza con carattere in nero sopra ad una striscia bianca che ovviamente copre parte del film. Come si fa a mettere i sottotitoli in modo che appaiono sul film senza sfondo?