Tutti vogliono viaggiare in treno – Summer 2009

strage_viareggioEccomi qua a raccontarvi le divertenti cose accadute in treno in questi ultimi mesi.

Prima di iniziare però voglio commentare la foto che vedete qua a fianco: molti di voi riconosceranno la stazione di Viareggio, diventata famosa per la strage della cisterna di GPL esplosa.

Bene: molti hanno parlato di fatalita, di disgrazia; secondo me si tratta di una strage annunciata.cisterna

Tutti noi che viaggiamo ogni giorno in treno sappiamo in che stato si trova il materiale rotabile, a prescindere che la propriatà sia quella di Trenitalia o di altri. Si è parlato di tracce di ruggine sull’asse delle ruote, probabilmente se dovessero fermare tutti i treni con tracce di ruggine sugli assali viaggerebbe un convoglio su cinque se va bene.

Tutti noi avremo sentito che rumore fanno i treni merci quando passano nelle varie stazioni, allo stesso modo a tutti noi sarà capitato di fare un viaggio con un ferroviere in pensione che vi racconta il significato dei vari rumori emessi del treno.

Allora mi chiedo: visto che una tragedia simile potrebbe succedere ovunque e a qualsiasi orario cosa potrebbe succedere se un incidente così succedesse in una stazione piena di pendolari che aspettano di prendere il treno per andare a lavorare?

La sosta

L’Eurostar City delle 6:56 per Venezia ha la buona abitudine di fermarsi per uno sproposito di tempo alla stazione di Vercelli, durante una di queste soste un tizio scende a fumarsi una sigaretta, peccato però che il treno ha chiuso le porte con lui giù. Ma non è subito ripartito. Visto che si è fermato ancora a porte chiuse il tipo ha iniziato a cercare di aprire la porta tirandola in tutti i modi possibili ed immaginabili. Infine ha cercato di farsi aprire il finestrino…
Il finale di questa scenetta comica me lo sono perso visto che è arrivato il mio treno (e quello non aspetta inutilmente).

Disastro!

Solito viaggio di ritorno con ritardi di 60min del tutto ingiustificati. A questo punto l’unica cosa che può far peggiorare la situazione è una crisi isterica da parte di qualche viaggiatore.
Una signora con tono adirato ferma il controllore ed urlando esclama: “controllore!!!! cosa succede?!?!?!?!?!!?!?!”
Appunto: ci mancava solo più questa.
controllore: “c’è stato un guasto sulla linea…”
signora: “ma cosa vuol dire che c’è stato un guasto sulla linea?!?!?!?!”
Avrete capito il tipo, la conversazione prosegue e prosegue e prosegue finchè…
signora: “…e poi è ancora andata bene che non ci siamo capottati e non abbiamo preso fuoco…”
Dal fondo della carrozza un tipo si alza e gli urla: “Signora!!! Ha rotto la minchi@!!!”

Il pomeriggio al fiume

E’ un caldo pomeriggio e questo dannato treno continua a fermarsi, ad andare avanti a rallentatore e a fermarsi di nuovo. Durante una di queste soste lungo il corso d’acqua prima di Chivasso si ferma a fianco di una piazzola dietro ad una boscaglia dove un tipo a dorso nodo era intento spararsi una pippa in direzione treno. Avrei voluto vedere la faccia della ragazza seduta nel compartimento che s’è fermato dirimpetto a quell’individuo.

La camporella

Restando sullo stesso tema, ricordo che un amico tempo fa mi ha raccontato che una volta il treno ha avuto la brillante trovata di fermarsi in corrispondenza di un cavalcaferrovia sotto il quale una coppia aveva avuto la fantastica idea di imboscarsi nell’esatto momento in cui i due ci stavano dando dentro alla stragrandissima.
Almeno li si poteva fare il tifo!

Be Sociable, Share!

    Related post:

    Comments are closed.